venerdì 10 febbraio 2017

La Mobilità a Procida: Il Sindaco dialoga con alunni, docenti dell'Istituto Superiore






















Si è realizzato nei giorni scorsi, nella Sala Consiliare, l’atteso incontro tra il Sindaco Raimondo Ambrosino e i rappresentanti dell’Istituto Superiore di Procida. Presenti la Dirigente Maria Saletta Longobardo, un buon numero di Docenti e numerosi studenti in rappresentanza delle classi. Erano inoltre stati invitati anche i residenti nel vicoletto comunale che da via P. Umberto conduce all’Istituto Nautico.
L’argomento all’ordine del giorno era “la mobilità sul territorio”, con esplicito riferimento alla decisione presa dall’Amministrazione di chiudere al traffico  – com’era già nel passato -  il vicoletto, per l’insostenibile situazione ambientale venutasi a creare, dato l’enorme numero di motoveicoli e automezzi che si inoltravano in esso, con forti danni ambientali ed ecologici.
Infatti, dopo numerosi tentativi di dissuasione da parte della Polizia dei Vigili Urbani durata circa due mesi, è stato ripristinato il divieto di accesso con l’ eccezione per i pochi residenti, i quali però hanno accettato di non usare i propri automezzi negli orari di ingresso e di uscita degli studenti pedoni.
Il Sindaco ha assicurato un aumento dei parcheggi per motorini a Marina Grande, lato Est, nei pressi dell’ingresso principale dell’Istituto.
Egli inoltre, di fronte ad alcuni interventi molto critici nei confronti del provvedimento, ha precisato che esso non è un provvedimento isolato, ma si inserisce  in un piano globale per l’isola per una tutela della circolazione nel pieno rispetto della carta dei diritti europei  dei pedoni: aumento delle strisce blu in molte strade, eliminazione delle strisce bianche in via Libertà, zone a traffico limitato, zone pedonali, aumento delle fasce orarie pedonali nei periodi estivi.
Il dibattito è stato vivace e stimolante, ma sempre  nel rispetto delle posizioni, e gli studenti si sono mostrati interessati al grave problema della mobilità, ritenendolo uno dei più importanti per l’isola.
Il Sindaco, inoltre,  ha ribadito che  l’Amministratore deve guardare i problemi sempre in un ottica generale e non individualistica, nella ricerca di quel “bene comune” tante volte sbandierato invano, che chiede però sempre qualche limitazione.
Concludendo l’incontro, il Sindaco ha affermato che di fonte alle problematiche controverse e lì dove emergono diversità di posizioni è necessario portare avanti un confronto aperto e leale, civile e democratico, per addivenire ad una soluzione sempre più partecipata.
Veniva, infine, auspicata la possibilità di altri confronti su tematiche diverse tra l’Istituzione Comune di Procida e l’Istituzione Scuola Superiore “F. Caracciolo – G. Da Procida”.


da Vivere Procida

Nessun commento:

Posta un commento