venerdì 22 gennaio 2016

La scuola rispetti la semplicità dei bambini


Il bambino è aperto al mondo e possiede, nel suo rapporto ingenuo con la vita, la felicità dell'apprendimento. Ogni volta che apprende una cosa in più, gode di questa sua conquista, e lo fa senza essere inquadrato in determinati schemi precostituiti. Ecco perché la scuola, molto spesso,  - e sono cosciente di usare un termine forte - è un crimine. Perché pone alcuni paletti che delimitano dei percorsi all'interno dei quali tu devi stare, e se ne esci sei squalificato...I bambini godono del valore della semplicità.

Ermanno Olmi

da Ermanno Olmi con Marco Manzoni, Il primo sguardo, Bompiani, p. 16.

Nessun commento:

Posta un commento