mercoledì 6 luglio 2016

Procida: "Fa passà 'a macchina" !

L'inquinamento acustico nelle nostre strade è molto dannoso alla salute

Se a Procida ogni esercizio commerciale volesse pubblicizzare  i suoi prodotti facendo passare per le strade la macchina con amplificatore; se pure le Istituzioni laiche e religiose  e ogni associazione  facessero altrettanto per far conoscere alla popolazione gli eventi culturali e ricreativi programmati, l’isola cadrebbe in preda ad un parossistico battage che toglierebbe pace e tranquillità alla nostra vita.
Purtroppo, in certi giorni d’estate, siamo stati aggrediti per intere giornate da continui messaggi sonori: “Stasera, alle ore…”, “Questo pomeriggio, grande manifestazione…”, “Domani mattina tutti a…” e via di questo passo.
Fenomeno, a nostro parere, atipico e selvaggio che, a quanto ci risulta, non avviene da altre parti.
Si comprende l’uso dell'autoparlante solo quando è necessario avvisare sollecitamente la popolazione in situazioni di straordinaria importanza o di pubblica utilità:  la raccolta differenziata da curare meglio, l’improvvisa chiusura dell’acquedotto, il rimando dell’apertura della scuola, ecc. Momenti e situazioni quindi  straordinari e non di vita ordinaria.


Dotiamoci di un misuratore di inquinamento acustico

Anche perché, se un’auto o un motorino, per legge, non può strombazzare  nei centri abitati per non disturbare la quiete pubblica, come può un autoparlante strombazzare da mane a sera per l’isola disturbando ossessivamente l’intera collettività?
Per pubblicizzare esercizi commerciali, eventi istituzionali o associativi esistono altri mezzi, come per esempio le apposite bacheche, oggi fortunatamente esistenti in tutte le strade dell’isola; si  possono inoltre  stampare opportuni depliants  e quant’altro la pubblicistica prevede.
Abbiamo appreso di recente che l'attuale Amministrazione non condivide questo uso indiscriminato dell'autoparlante, per cui auspichiamo che esso venga al più presto disciplinato.


Nessun commento:

Posta un commento